Crotone, una 46enne finisce in coma dopo vaccino AstraZeneca: trombosi cerebrale

Condividi!

CROTONE – E’ originaria di Cerenzia la donna di 46 anni entrata in coma a qualche giorno dalla somministrazione del vaccino anti Covid. Il 27 maggio scorso si è recata a Mesoraca dove le è stato iniettato il siero AstraZeneca, lotto ABV2856. La donna ha iniziato ad avvertire qualche malessere già il giorno stesso della somministrazione. A distanza di qualche giorno la donna è peggiorata ed ha anche iniziato ad avere difficoltà nel muovere un braccio. Su consiglio del medico curante è stata trasportata all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Crotone, dove i sanitari del pronto soccorso hanno disposto una risonanza magnetica dalla quale è emerso che la donna avesse un trombo cerebrale.

I medici si sono subito resi conto della gravità del caso e la paziente è stata immediatamente trasportata all’Annunziata di Cosenza con l’elisoccorso. Al momento, la donna viene mantenuta in coma farmacologico e il quadro clinico resta molto grave. La donna è molto stimata nella piccola frazione di Caccuri e sono molti i compaesani che sperano di rivederla presto a casa. Ovviamente ancora non c’è nessuna prova che l’ictus possa essere stato provocato dalla somministrazione del vaccino. Il caso non è stato, infatti, segnalato all’Aifa. E’ in corso la valutazione della situazione di salute pregressa. Secondo i familiari la donna non era affetta da alcuna patologia. Così ICdC.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.