Crotone, muore una 49enne dopo siero AstraZeneca per un infarto intestinale

Condividi!

CROTONE – E’ morta ieri sera nell’ospedale di Crotone la 49enne di Verzino, finita in rianimazione dopo essere stata colta da un malore in seguito alla somministrazione della prima dose del vaccino AstraZeneca. Anna Biaforaera ricoverata in condizioni gravissime da 21 giorni, e nulla hanno potuto le cure dei medici che hanno tentato di strapparla alla morte. La donna, imprenditrice agricola e madre di tre figli, residente a Verzino, piccolo centro collinare dell’entroterra, si era vaccinata il 30 maggio scorso in uno degli hub attivi nella città di Crotone. Le hanno somministrato il siero anti-Covid anglo-svedese, disponibile in quella circostanza. Lo riporta il sito Stato Quotidiano.

Un paio di giorni dopo ha cominciato a sentirsi male accusando dolori al capo ed all’addome, fino al ricovero nell’ospedale civile di Crotone dove le hanno, tra le altre cose riscontrato dei coaguli di sangue ed un infarto intestinale. Le sue condizioni si sono aggravate da richiedere un intervento e poi il suo ricovero nel reparto di rianimazione. Il suo caso è stato segnalato all’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) perché potrebbe essere collegato alla vaccinazione anti-Covid eseguita appunto due giorni prima del terribile malore che l’ha condotta alla morte.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.