Crisi di Governo subito dopo le feste? Sì, se le ministre Bonetti e Bellanova lasciano

Condividi!

Aria di crisi a Palazzo Chigi. E Giuseppe Conte si starebbe preparando al colpo di scena. “L’ho capito benissimo che rischiamo. Io farò di tutto per cercare una strada che eviti la crisi e per scongiurare le insidie di Renzi”, è  lo sfogo del sabato mattina del premier, secondo quanto riferito da un retroscena del Corriere della Sera. Il giorno dopo il decreto di Natale le turbolenze della maggioranza sono sempre più evidenti e non basta il sondaggio di Nando Pagnoncelli che indica Conte in salita. O forse sì, serve a dargli fiducia in vista dello showdownItalia Viva ha chiesto una risposta alla verifica di governo, e il premier gliela darà. È quanto riporta Libero.

Dopo il Cdm di venerdì sera, due ministri avrebbero confermato a botta calda parlando tra loro: “Con Renzi ci ho riparlato. Fa sul serio”. E sarebbe addirittura stata abbozzata la data della sfiducia di fatto al governo: “Il 6 o il 7 gennaio” dovrebbero giungere “le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e quindi l’apertura di una formale crisi di governo”. L’aspettativa di vita del Conte 2 sarebbe di appena 18 giorni. Per questo le ipotesi sono in questo momento tutte sul tappeto: si va dal rimpasto sostanzioso allo scenario più incredibile, quello di un Conte Ter. Cose che soltanto in Italia succedono.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.