Cremona, malore mentre guida: Filippo Fontana muore a 41 anni

Condividi su:

CREMONA — Basilica di Santa Maria e San Sigismondo gremita di gente, stamattina, per l’ultimo saluto a Filippo Fontana, il 41enne morto lo scorso 23 maggio, ucciso da un malore improvviso, mentre stava percorrendo la via Bergamo a Fara d’Adda, alla guida della sua auto, finita contro un palo in cemento dopo aver tamponato una Fiat Panda che lo precedeva. Le lungaggini burocratiche determinate dalla necessità di effettuare l’autopsia all’istituto di medicina legale di Milano hanno reso possibile la celebrazione della messa funebre, officiata dal parroco di Rivolta don Dennis Feudatari, solo stamattina. Lo scrive La provincia di Cremona.

Filippo, che era sposato e padre di due bimbi piccoli ed abitava ad Osio Sotto, in Bassa Bergamasca, a Rivolta lavorava come operaio alla Filmag ed aveva ancora, oltre ai famigliari, molti amici, in particolare quelli che con lui avevano condiviso l’esperienza dell’associazione culturale Ildebranda, di cui era stato uno dei componenti più attivi. Al termine della messa funebre la salma è partita per il tempio crematorio. Le ceneri saranno tumulate nel cimitero di Rivolta.

Condividi su:

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.