Covid, virologo Palù: “In Italia sono 608 le morti correlate sicuramente al vaccino”

Condividi su:

Giorgio Palù (Aifa): “Da dicembre 2020 a settembre 2021, cioè da quando sono iniziate le vaccinazioni, ci sono 608 segnalazioni di esito infausto fra persone in età media di 76 anni, correlate ai vaccini. Correlate vuol dire che c’è stata l’autopsia e il medico ha detto “sì, non trovo altra causa, può essere il vaccino”. Così il canale Youtube del Senato.

Condividi su:

4 thoughts on “Covid, virologo Palù: “In Italia sono 608 le morti correlate sicuramente al vaccino”

  1. Se anche l’Aifa ammette che i sieri anti-covid hanno causato ben 608 morti (e non più “solo” 16 come dicevano finora), tutto ciò rende impossibile qualsiasi obbligo vaccinale! Infatti la Corte costituzionale è sempre stata chiara in proposito: un farmaco può essere reso obbligatorio se gli effetti avversi sono tollerabili e di modesta entità (es. breve spossatezza, modesto rialzo febbrile, arrossamenti, piccole cicatrici, ecc.) e senza effetti letali. Ma ben 608 morti in meno di un anno nella sola Italia sono una prova evidente della pericolosità dei sieri anti-covid, ENORMEMENTE SUPERIORE A QUELLA DEI VACCINI DEL PASSATO, che rende impossibile e incostituzionale (e criminale!) qualsiasi obbligo di somministrazione.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.