Covid, Tridico: “Centomila pensioni eliminate tra marzo e maggio 2020”

Condividi!

“Una rappresentazione significativa della crisi che abbiamo vissuto è data dal numero di pensioni eliminate per decesso nel 2020 e nei primi mesi del 2021: c’è un picco molto forte, di quasi 100mila pensioni eliminate nel marzo, aprile, maggio del 2020, poi la malattia subisce un calo e anche le pensioni eliminate subiscono una riduzione. C’è una ripresa nell’autunno, la cosiddetta terza ondata, con un picco fino a 75mila pensioni eliminate nel marzo del 2021. Questa rappresentazione è in linea con l’evoluzione della malattia”. Lo scrive il Quotidiano di Sicilia.

Lo ha detto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, nel corso dell’audizione nella commissione parlamentare di controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale.

Condividi!

6 thoughts on “Covid, Tridico: “Centomila pensioni eliminate tra marzo e maggio 2020”

    1. Si parla di probabile chiusura INPS nei prossimi anni per mancanza di pensionati da gestite😂

  1. Decenni che si parla della crisi dell’Inps e la soluzione era lì a portata di mano, bastava ammazzare i pensionati! Complimenti!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: