Covid, anche l’Austria sospende l’obbligo vaccinale: in Italia cosa stiamo aspettando?

Condividi su:

VIENNA – L’Austria ha sospeso la vaccinazione obbligatoria contro il coronavirus. Lo ha deciso oggi il governo austriaco, come annunciato dal Ministro della salute Johannes Rauch e dalla Ministra per gli affari europei e costituzionali Karoline Edtstadler. I due politici hanno spiegato che con Omicron come variante «predominante», la vaccinazione obbligatoria «non è più proporzionata», riportano i media svizzeri.

La base della decisione è il rapporto di una commissione di esperti, che si riunirà di nuovo tra tre mesi, quando la situazione verrà nuovamente valutata e verrà presa una nuova decisione. La vaccinazione obbligatoria, lo ricordiamo, era entrata in vigore all’inizio di febbraio. Tuttavia, non è mai stata emessa alcuna multa, poiché le violazioni dell’obbligo avrebbero dovuto essere punite a partire da metà marzo.

Condividi su:

9 thoughts on “Covid, anche l’Austria sospende l’obbligo vaccinale: in Italia cosa stiamo aspettando?

    1. L’Italia si vuole distinguere. Intende mostrare agli europei che Indonesia, Micronesia, Tagikistan, Turkmenistan ed Ecuador (unici paesi al mondo dove vige l’obbligo vaccinale) sono piu’ vicini di quanto si pensi.

  1. Il green pass serve per la nostra schiavitu’ , mica solo per avvelenarci con prodotti ad elevata mortalità e tossicita’.

    da; comedonchisciotte.org

    Pisa: si trova nel green pass le tasse non pagate
    Marco Di Mauro 09 Marzo 2022

    “Un altro triste aggiornamento per chi crede che il green pass sia una misura sanitaria, e che sarà valuta estinta con la fine dello stato di emergenza. Una donna residente nella provincia di Pisa si è vista buttar fuori i figli dal pulmino della scuola perché non vaccinati. Per protesta – e anche perché obiettivamente le veniva impedito di usufruire del servizio per motivi chiaramente discriminatori su base sanitaria – ha smesso di pagare le rate dello scuolabus, che sono una sorta di tassa…”

    1. Durga,

      stanno iniziando a chiudere le fabbriche, come vogliono gli affamatori del reset per controllare una massa di schiavi con armi biologiche e digitali.Vogliono anche prendersi i risparmi degli italiani , i piu’ alti al mondo e stimati in 3000 miliardi di euro! Del resto la finanza usuraia tutta privatazzata è una finanza di rapina e speculazione e non industriale.

      L’unica cosa positiva è quando il popolo italiano lo si affama, puo’ succedere di tutto

      1. Non è concepibile arrivare tutti alla fame per muoversi , quando non si hanno più le forze è impossibile .
        Dovremmo organizzarci ora , manifestazioni a iosa per ripudiare la nostra partecipazione alla guerra inviando armi . Lo stato negli ultimi anni ci affama sempre più , ci tassa sempre più e non ci da’ niente .
        Spendono i nostri soldi nelle peggiori follie , mascherine farlocche e mascherine agli Elkann invece delle piccole fabbriche che le avevano cominciate a produrre , respiratori farlocchi , e nessuno paga , acquisti demenziali come i banchi a rotelle e i monopattini , e tutto si insabbia .
        Fare class action per non pagare le tasse ?
        E che questi nuovi e non considerati partiti si uniscano che in totale fanno il 30%

      2. Durga,
        è vero come dici che alla fame non ci si potra’ piu’ muovere; è proprio quello che vogliono; portarci alla fame e imporre cosi’, in cambio di 1 kg di pasta,il reset finale con la distruzione della civiltà italiana..

        Sono d’accordo che bisogna che le vere opposizioni(italexit ,alternativa c’è,Sgarbi e indipendenti,i comunisti di Rizzo,destra sociale,etc.)si uniscano ma purtroppo in Italia c’è la sola visione del proprio orticello.
        Come dici occorrono manifestazioni oceaniche unitarie.

        Per quanto concerne gli sprechi assurdi tuttora in corso e le decine di miliardi spesi con la truffa covid, compreso il miliardo in mascherine pagate 4 volte il dovuto, questa corruzione fà comodo agli usurai proprietari della moneta tutta privata (sono private anche la FED, la BCE, Bankitalia,etc,etc).Da sempre, sin dai tempi del Craxismo, l’ obiettivo degli usurai era di far esplodere il debito pubblico italiano.Questo perchè solo un debitore insolvente non potendo ripagare con la stessa moneta, dovrà ripagare con beni reali.Quindi gli usurai in cambio di carta prodotta a costo zero si sono presi l’intera nazione!Tuttora qualsiasi primo ministro è nelle loro mani perchè se non attua i loro programmi tagliano i fondi-non acquistano piu’ i titoli del debito pubblico.Questo è cio’ che avvenne con la famosa lettera della BCE con cui Berlusconi fu obbligato a lasciare il governo a Mario Monti.Gli stessi parlamentari furono minacciati come testimoniato da uno di loro.
        Pensa che Mario Monti da giovane, amico dei Rothschild, porto’ avanti il discorso che l’ Italia si poteva indebitare molto di piu’ se allungava la scadenza dei titoli pubblici!!Ricordiamoci che allora la Banca d’Italia era dello stato e noi non avevamo alcuna necessità di ricorrere ai “mercati” per finanziare la spesa pubblica.Spesa pubblica che era superiore alle tasse incamerate e che lasciava quindi soldi in tasca agli italiani da cui il grande risparmio privato (deficit dello stato= ricchezza dei cittadini ma solo se si ha sovranità monetaria altrimenti lo stato deve svendere tutto).Oggi siamo in avanzo primario prima degli interessi sui titoli di stato.Questo significa che oggi lo stato prende in tasse piu’ di quanto spende!!!!
        Mi sono molto dilungato!! Spero di non averrti annoiato!
        Saluti,
        Cesare

  2. Cesare
    molto interessante l’analisi dell’economia e sentire una persona intelligente .
    Grazie

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.