Corbelli: “Oltre 15 medici morti all’improvviso negli ultimi 2 mesi. È un dato senza precedenti”

Condividi su:

Il leader del Movimento Diritti Civili Franco Corbelli ha reso noto un dato inquietante e che non ha precedenti, non solo in Italia: “La morte, per malori improvvisi, negli ultimi sessanta giorni in Italia, di oltre 15 medici, in prevalenza uomini, tanti dei quali assai giovani, poco più che trentenni e quarantenni, tutti vaccinati (visto che svolgevano regolare attività) e in salute”. 

“C’è un dramma nel dramma, sulle morti improvvise, che risulta incomprensibile e inspiegabile; la scomparsa di un numero impressionante di medici, una quindicina, dall’ultima settimana di aprile a ieri, i più giovani avevano solo 33 e 37 anni. Dell’ultimo medico morto, per un infarto fulminante, si è appreso nelle ultime ore. E’ avvenuto in provincia di Pistoia. Il fatto che a morire siano anche così tanti medici giovani preoccupa e allarma ancora di più. Si tratta di medici tutti vaccinati, che erano operativi nelle loro città. Com’è possibile che siano crollati così all’improvviso, tanto da non dare loro nemmeno, in alcuni casi, il tempo di chiedere un soccorso? Cosa sta succedendo? Perché si continua a morire in questo modo, con un numero e un ritmo impressionanti, come mai è avvenuto in passato?”.

“In questi ultimi giorni si stanno registrando altre decine di decessi. Non credo esista, in Italia e nel mondo, un solo precedente, in tutti questi anni, di oltre quindici medici morti in sessanta giorni, senza una valida ragione, senza che fossero malati! Perché il Governo, i cosiddetti tecnici, la stampa mainstream parlano irresponsabilmente di nuove vaccinazioni e continuano invece a tacere su questa immane tragedia? Si può continuare a parlare addirittura di nuove vaccinazioni (addirittura anche per i bambini sotto i 5 anni – che non corrono rischi con il Covid – come si sta già facendo negli Usa!) e cancellare questo dramma delle morti improvvise? Si possono ignorare i numerosi studi internazionali che confermano i possibili gravi effetti avversi di questi vaccini, i cui rischi supererebbero gli stessi benefici e in tantissimi casi sarebbero anche letali?”.

Basta con il silenzio assordante del Governo, delle Istituzioni, della politica e della stampa mainstream, i decessi fulminei e inspiegabili continuano, anche in queste ultime ore, ad un ritmo impressionante! Come si fa a tacere di fronte alla tragedia di queste morti improvvise e alle vittime dei gravi effetti collaterali che dopo la vaccinazione si sono visti la salute e la vita rovinate, persone, prima del siero, del tutto sane, che sono state oggi completamente abbandonate dallo Stato, che non sanno neppure come e dove potersi curare, anche a loro spese, come stanno facendo, senza purtroppo, in molti casi, neanche avere dei risultati soddisfacenti? Questa è oggi la vera, drammatica emergenza da affrontare nel Paese”. Lo ha riportato il sito web Calabria7.

Condividi su:

14 thoughts on “Corbelli: “Oltre 15 medici morti all’improvviso negli ultimi 2 mesi. È un dato senza precedenti”

  1. Quello che lascia perplessi è, come hanno fatto a crederci.
    Qui non stiamo parlando di imbecilli che si bevono tutto, ma di medici che dovrebbero avere il cervello da porsi domande.
    So che sembra incredibile come il cervello, possa essere plasmato dalle menzogne, ma a tutto c’è un limite oppure no?

    1. l’ha spiegato dott.meluzzi, se sei un coglione d’uomo o di donna puoi avere anche 140 di quoziente ed essere professore universitario ma sempre un coglioni rimani!

  2. Nel frattempo gli Ordini dei medici si attivano per radiare quelli che curano veramente. Sono talmente colpevoli e corrotti che resta solo da augurarsi che si siano tutti vaccinati col veleno autentico e non con il placebo. Nel frattempo è da preparare il referendum per l’abolizione di tutti gli ordini professionali.

  3. Intanto hanno radiato la Balanzoni, quelle merde. Personalmente non ho un medico di base da un anno e nessuna intenzione di prenderne uno. Non voglio vedere quegli zombie con la laurea negli anni a venire, tanto fanno solo danni e troppi ne hanno già fatti a casa mia.
    Quando tutto il sistema salterà, e manca poco, andranno rimessi al loro posto SOLO medici come Balanzoni, Meluzzi, Frajese, Amici, De Mari eccetera, tutti gli altri spero si tolgano di torno, coi vaccini o senza.

  4. Mi spiace molto per questi medici che sono stati obbligati e ai quali è stato imposto un vaccino sperimentale. Dev’essere orribile sacrificarsi per un vile affarista. Spero che Corbelli mi legga. Sembra uno dei pochi onesti rimasti. La nostra ancora di salvezza e una sorta di baluardo per ritornare finalmente alla tanto agognata normalità. Solo i medici comunque? Io vivo in un paesino sardo e dopo le dosi di vaccino sperimentale covid sono morte già alcune persone, anche molto giovani. Avrebbero dovuto fermare tutto già alla prima morte, anzi, non avrebbero nemmeno dovuto iniziare. Il problema è che nessuno si interroga se non magari alcuni che vivono altrove… Scrivono soltanto ‘rip’ e: “che tragedia”. Non collegano minimamente. E non si fanno domande. Come se FOSSE assolutamente normale crepare da giovanissimi. Prima era rarità non normalità. Perlomeno da me era così. Ricordo un bambino di 6 anni che è deceduto tempo fa, chissà se avranno fatto vaccinare pure lui. Boh. Mi domando francamente per quale motivo si continui a spingere per inoculare altre dosi ma ho il sospetto che sia una questione di soldi più che di salute… Anche il greencazz poi, super discriminatorio, e sfoggiato soprattutto e in particolar modo dai pro-immigrati novax, (no ma loro non discriminano però), tutto assurdo, alla fine si contagiavano e si infettavano più i covidioti dei presunti novax… Io non uscirei mai con uno che ha il vaccino covid in CORPO. Poi la Sardegna fa quello che dice l’Italia, se dicono: “iniettate le quarte dosi”, loro lo fanno, mica si tirano fuori. E continuano fino all’infinito… Altro che regione indipendente insomma… E poco contano l’aumento delle patologie cardiache e dei MALORI IMPROVVISI, le varianti causate dagli inoculati e gli svariati effetti collaterali, se ci sono i soldi di mezzo conta solo il business… E finché non toccano i covidioti va tutto bene. Ho il dubbio che il covid non sia altro che influenza… Inoltre con questi pseudo vaccini sono aumentati anche i contagi. Vi assicuro inoltre che con il virus non rischia davvero nessuno, nemmeno le persone di una certa età. Meglio dunque rimanere puri e naturali. Certo, poi se hai 86 anni, delle patologie pregresse gravi e ti sei rovinato la salute con il fumo, l’alcol, droga, ecc, è decisamente un’altra cosa. Poi se magari ti fai iniettare anche il siero genico può diventare una combo fatale/mortale… Corri dei rischi anche se sei gravemente obeso e magari ti sei fatto iniettare in corpo il cacchino. Inoltre potresti contrarre il virus come sta capitando a molti, vedasi il covidiota berrettino ad esempio, (non mi va di dargli visibilità scrivendo il suo nome in modo corretto, però ricordo la sua smarchettata all’Enterogermina), e tanti altri, anche alcuni esponenti politici. Non sai poi come reagirà il CORPO, alcune volte è proprio un’incognita. Anzi, come mai mai non è arrivato mentina a smentire la lucertola draghiana, forse perché smentiscono soltanto quello che fa comodo loro? I rischi dei vaccini sperimentali covid-19 superano i benefici, soprattutto per quanto riguarda i giovani sani. Non è vero che solo i bambini non rischiano nulla. C’entra il gruppo sanguigno ma non se ne parla. Perché sembra vogliano trattare tutti alla stessa maniera. A volte si dice che uno è sano ma magari fuma ed ha di conseguenza meno ossigeno nel sangue. Anche un’influenza può metterli a dura prova. Ricordo il bombardamento del: “novax bla bla bla finisce in terapia intensiva”, ma io non c’ho mai creduto. Sono altre le cose che ammazzano veramente… Rafforza il sistema immunitario piuttosto. Ma il covidiota ripete a pappagallo quello che sente dire in tv, al tg, dai giornalai, ecc. Poco conta se la realtà è diversa, il covidiota vedrà soltanto quello che vorrà lui e non si informerà da fonti libere e indipendenti. Comunque qui i morti covid sono stati pari allo zero. Sono sicura che morirò di altro e di certo non di covid-19. Inoltre di vita ne abbiamo soltanto una e questo è certo, trovo sia decisamente meglio preservarla anziché esporla a malattie ben più gravi perché sì, alcuni hanno avuto TUMORI rari, malattie autoimmuni, leucemia fulminante, ecc. Luc lo aveva detto, nemmeno ci avevo del tutto creduto, eppure… Ricordo anche la tizia vaccinata con tot dosi e con la peste suina se non ricordo male. Dopo che sei morta, oppure sei diventata cieca, hai una trombosi, ecc, non puoi pigiare il tasto reset. Puoi soltanto andare avanti conscia della tua assenza di spina dorsale e servilismo. E secondo me i rischi superano di gran lunga i benefici e non vale assolutamente la pena rischiare. Anzi, vi dirò di più: chi è sano, forte e giovane non dovrebbe rischiare nulla. Ovviamente dovrebbe essere una persona non sedentaria e che non ha vizi nocivi, mi sembra ovvio. Consiglio di mantenersi sani e forti. Ho un sistema immunitario che per ora funziona a dovere, ho dei buoni valori. Sono nata così. E lo devo a me stessa e di certo non ai vaccini che ho fatto da bambina, e nemmeno grazie alle segregazioni domiciliari imposte da Conte, checché ne dicano i covidioti ignoranti, masochisti, malati e stupidi. Sono loro i veri complottisti e negazionisti che negano l’esistenza dei MALORI che sono aumentati di tanto e di un gruppo di persone più forti e immuni naturalmente. Che poi all’inizio dovevamo stare ai domiciliari per 15 giorni che poi diventarono mesi e io ero tristissima, non avevo nemmeno una stufetta, nemmeno le cose che molti danno per scontate e quasi quasi si stava meglio fuori, ho anche una pessima famiglia, eppure non potevo uscire, senza nemmeno un perché. Fa malissimo rimanere sempre rinchiusi dentro casa, altroché, causa anche depressione tra le tante COSE. Anche ai giovani come me che non hanno nessuno ha fatto male e non soltanto ai bambini e agli anziani come dicono alcuni. Bene o male loro la vita l’hanno già vissuta. Mentre i bambini hanno tutta la vita davanti per costruirsi un futuro, quello che invece per me è diventato più incerto che mai… Tuttavia sono fortunata perché ho un gruppo sanguigno immune e non sarei mai morta di covid-19. Quando ero una bambina piccolissima sono sopravvissuta pure alla puntura di un’ape. Un ragazzo in Sardegna è morto per infarto dopo la puntura di una vespa, ricordiamocelo. Ma nonostante i rischi inesistenti qui non vogliono comunque tornare alla vita di prima. Io non mi capacito di come possano essere così covidioti… Mi pare davvero così assurdo… Io vedo L’ITALIA che sta gradualmente tornando alla normalità e vi invidio… Da voi ad esempio ci sono i concerti. Qui invece assolutamente NULLA. Devo rimanere sempre qui, in una casa con gente chiassosa e pazza che urla, fa baccano e utilizza il martello pneumatico dalla mattina presto. Oltretutto è pure assai difficile dormire anche a causa del caldo e della fame. Che TRISTEZZA. Ps: su Facebook ho letto alcuni commenti, alcuni dicevano che i covidioti moriranno tra 3 anni. Ma si può sapere cosa succederà esattamente tra 3 anni e perché non subìto invece? Forse a causa di qualche tumore, oppure cosa? Sono davvero curiosa e non so se crederci, sono parecchio dubbiosa e scettica a riguardo. Non sono una covidiota ma io sono un po’ come San Tommaso e se non vedo non credo.😁Mentre scrivo questo ho della gente malata che dà colpi/batte i muri in continuazione, scusate. C’è un rumore veramente assordante. Quindi sto veramente sclerando… Beati i covidioti che almeno non hanno problemi, a parte quelli mentali s’intende. Sono così fortunati…

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.