Concussione, arrestato il segretario del PD della città di Benevento: “Bandi truccati”

Condividi!

BENEVENTO – Concussione, turbata libertà degli incanti, rivelazione e utilizzazione di segreto d’ufficio. Con questa accusa la Procura di Benevento ha ordinato l’arresto dell’ex sindaco Pd di Sant’Agata de’ Goti, Carmine Valentino, attualmente consigliere comunale e segretario provinciale del partito. L’esponente Pd si trova ai domiciliari. Gli inquirenti contestano a Valentino l’intenzione di aver voluto truccare, quando era sindaco, il bando per l’assegnazione dei servizi comunali.

In particolare voleva costringere uno dei membri della commissione giudicatrice ad assegnare un punteggio maggiore, e comunque tale da garantire il punteggio complessivo più alto, all’offerta tecnica di una delle società partecipanti, a cui il sindaco era indirettamente collegato. Valentino avrebbe avvicinato il commissario consegnandogli tre fogli sui quali erano indicate le caratteristiche dell’impresa che avrebbe dovuto aggiudicarsi la procedura, intimando di assegnare a quella società il punteggio più alto per l’offerta tecnica, segnalando che l’offerta economica era stata la meno vantaggiosa. Il commissario, che rivestiva anche l’incarico di segretario comunale, si sarebbe però rifiutato, dimettendosi da membro della commissione giudicatrice, adducendo formalmente vizi procedurali, e provocando così l’annullamento della procedura. Così ISDI.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.