Comuni governati dalla Lega in rivolta: “Non prendiamo immigrati di Lamorgese”

Condividi!

“I nostri non prenderanno nessuno dei 60 immigrati, sbarcati in questi ultimi giorni in Sicilia, che il ministero dell’Interno vorrebbe inviare in Lombardia”, dicevano pochi giorni fa Fabrizio Cecchetti, coordinatore della Lega Lombarda e Giacomo Ghilardi, sindaco di Cinisello Balsamo nonché coordinatore regionale dei sindaci leghisti. Nessun sindaco leghista si dice disponibile a partecipare al piano di redistribuzione dei migranti.

Anche Giorgia Meloni ha fatto sentire la sua voce sul tema: “Il ministro ci dica subito se ha intenzione di difendere i confini nazionali o condannarci ad essere il campo profughi d’Europa”. Duri anche i toni del deputato Fabio Rampelli: “Ben svegliata al ministro dell’Interno che dopo due anni si accorge solo oggi che il pacchetto di misure proposte nel nuovo Patto europeo per l’immigrazione non è soddisfacente per l’Italia”. “Porteremo il caso alla conferenza Stato-Regioni. È inaccettabile prendere una scelta del genere senza consultarci. In Piemonte abbiamo già dato”, tuona il leghista Fabrizio Ricca, assessore alla Sicurezza in Regione Piemonte. Così Il Giornale.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.