Comitato Ascoltami: “Giulia, 51 anni, si è uccisa a causa dei danni da vaccino riportati”

Condividi su:

di Comitato AscoltamiGiulia, la nostra Giulia, si è suicidata. La parola suicidio suscita disorientamento e sgomento, attiva l’impressione che nessuna parola sia adatta per commentare e che l’unica risposta possibile sia il silenzio. Peccato che il silenzio assordante che avvolge noi, migliaia di danneggiati da vaccino è proprio una concausa centrale di ogni sofferenza: a un corpo offeso che non riconosciamo più dopo la vaccinazione, si aggiunge l’oblio e la volontà di “nasconderci” come pezzi “difettosi” di un ingranaggio che vuole apparire perfetto e sicuro. E invece sicuro non è per tutti, non lo è stato per Giulia, come non lo è stato per tutti noi. Per Giulia il silenzio assordante è stato il complice peggiore di una sofferenza non vista, non riconosciuta, nascosta come la polvere sotto il tappeto.

Il suicidio di una di noi, è l’esito drammatico che mai avremmo voluto raccontare. Giulia non era solo una danneggiata da vaccino, era una persona con una storia lunga 51 anni, una famiglia, delle relazioni. Una persona vera, viva, in salute fino a quando non ha incontrato la vaccinazione. Da quel giorno la sua vita non è stata più la stessa. Il corpo in fiamme e i dolori non l’hanno abbandonata per mesi. Una via crucis di visite specialistiche (ovviamente private) senza trovare una cura in grado di guarire i dolori ormai quotidiani e costanti. Un inferno senza fine. Giulia non è stata più in grado di condurre una vita normale, dilaniata dal dolore è rientrata a vivere dai genitori. Giulia, la nostra Giulia, ha scelto di morire. L’angoscia e la disperazione hanno vinto.

Noi facciamo del nostro meglio per sostenerci, per dare voce a tanti invisibili che oltre il danno da vaccino subiscono la beffa del non riconoscimento, di migliaia di euro di visite private per arrivare ad una diagnosi. Molti di noi sono sospesi dal lavoro perché non vengono riconosciuti come danneggiati e così, al corpo offeso dal vaccino, si aggiunge la beffa che se non procediamo con la terza dose o la quarta, non percepiremo lo stipendio. Danneggiati nel corpo, nella psiche e senza portafoglio. Come arrivare a fine mese? Come tornare ad avere un corpo nostro, non danneggiato? Come placare i pensieri negativi che abitano le notti insonni di ognuno di noi?

E così Giulia non ha retto. Una donna di 51 anni, di spessore, senza alcun problema di salute prima della vaccinazione, era dentro un calvario infinito, senza una cura, con dei dolori estenuanti che alla fine hanno avuto la meglio. Chi pagherà per questo? I politici che legiferano e i medici che negano fino allo sfinimento le reazioni avverse per non prendersi “responsabilità”? Questi politici, medici, giornalisti che scelgono di non darci voce, come si sentiranno incontrando Giulia nel sonno? Dov’è finito il giuramento di Ippocrate e dove sono finiti gli articoli della Costituzione che dovrebbero tutelarci? Giulia, ovunque tu sia, hai un pezzo di cuore di ognuno di noi con te. Noi continueremo a lottare per te e per ogni persona caduta nel pozzo dell’oblio delle reazioni avverse da vaccino. Noi non ci fermeremo. Rivogliamo la nostra vita, la nostra salute e vogliamo giustizia. Per te, Giulia e per ognuno di noi.

Condividi su:

7 thoughts on “Comitato Ascoltami: “Giulia, 51 anni, si è uccisa a causa dei danni da vaccino riportati”

  1. Al trio canterino che esige di poter consumare un aperitivo con la famiglia, o di acquistare una villa veneta da 2 MILIONI di EURO, gli chiederemo conto di questa e delle molti morti causate dalla loro mafiosità.

  2. Giorno dopo giorno, goccia dopo goccia, … un dolore in più.. un nuovo addio…😪😪😪❤️🌹🌹🌹🌹
    NON DIMENTICHEREMO !!!!

  3. Io non mi sono vaccinato e mai lo farò, MA se fossi stato nei panni di questa povera persona arrivata a tanto da farla finita, prima avrei cercato VENDETTA. Prima di morire io, dovrà morire qualche criminale che ci ha portato in questa situazione inaccettabile. Ho molto timore per i miei familiari che si sono iniettati questo veleno e se per colpa di questi criminali dovessi perdere qualche persona a me cara, LA PAGHERANNO. La cosa strana è che qualcuno debba ancora arrivare a tanto per ammazzare qualche CRIMINALE viste le molteplici situazioni

  4. A Stew Peters Show c’era un papa straziato per la morte del figlio di 16 anni, e tra le altre cose, nominando anche i falsi media, Stew ha detto che apprezzerei la sedia elettrica per i responsabili di questi crimini, ha chi lo dici, e da un secolo che lo dico, troppo comoda la galera con tutto pagato…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.