Cesena, 22enne muore nel sonno uccisa da un malore improvviso

Condividi su:

CESENA — La comunità di San Mauro Pascoli piange una tragedia avvenuta tra le mura di un’abitazione della prima periferia. Una ragazza di 22 anni morta per cause all’inizio misteriose e per le quali si è resa anche necessaria un’autopsia. Il tutto per scoprire che ad ucciderla è stato un infarto: cosa che molto raramente accade a persone di quell’età. Lo ha riportato Corriere Romagna.

Il dramma si è consumato durante la notte a metà della scorsa settimana. Quando i parenti sono entrati nelle sua camera da letto per svegliarla l’hanno trovata priva di vita. Sul posto è stata chiamata sia l’ambulanza che l’auto medicalizzata del 118. Che null’altro hanno potuto fare se non costatarne il decesso e fare in modo che venissero avviate dettagliate indagini. In tal senso è intervenuta la Procura della Repubblica di Forlì. Che ha chiesto l’esecuzione di un’autopsia medico legale per stabilire le cause della morte. La ragazza è morta a 22 anni per un malore improvviso avvenuto nel sonno.

Condividi su:

6 thoughts on “Cesena, 22enne muore nel sonno uccisa da un malore improvviso

  1. Che la procura di Forlì abbia disposto subito l’autopsia è un bel segno, significa che tra le procure italiane gira l’informativa che tutte queste morti per l’Italia sono omicidi di stato.

  2. che il medico legale aspiri il sangue e trovera il coagulo mortale!
    poi lo esamini e trovera la correlazione !
    tutto il resto sono solo chiacchere .

    1. Povera ragazza ignara. Stessa età della ragazzina che morì dove vivo io. Però morì nel 2021, a dicembre, dopo l’inoculazione della seconda dose. E quando uno scrisse che magari sarà stato il vaccino venne minacciato di morte da un covidiota. Omertosi, almeno fino a quando non capita a loro… Non posso nemmeno scrivere finché non capita ad un loro parente dato che a Cagliari avvenne una cosa: Un ragazzo, un 26enne che faceva il barista morì di arresto cardiaco nel sonno, ebbene, il fratello disse: “I vaccini non c’entrano nulla”. Manco avesse visto il sangue del fratello al microscopio… Io boh. Ma cosa cåzz0 ne sa? Ed i covidioti: “Visto? Non c’entra GnEnTeh1.” Altro caso: Una ragazza residente a Sestu e favorevole all’obbligo cacchinale sperimentale muore a 27 anni. In vena aveva ben due dosi di vaccino sperimentale covid-19. Viene fatta l’autopsia: miocardite. Anche lì il padre negò. Queste notizie ovviamente non vengono date dai giornalai, sono io che ad esempio spulcio sui social, oppure cerco fonti alternative… In Sardegna sono pure a corto di notizie, figuriamoci. Ma guai a parlare di malasanità ad esempio… Capitò anche un altro caso analogo, tanti in realtà, morì un ragazzo vaccinato con 2 dosi a Selargius se non erro e venne fatto passare per novax. Non morì per mano del covid, naturalmente. Meno male che io non sono così, come questi sardi omertosi ma ho anche lontane origini lombarde se non ricordo male. In Italia certi sono decisamente più svegli. I sardi invece si sono fatti quasi tutti inoculare… Che tristezza…

  3. Un esame dei globuli rossi, chiarisce il perché di queste morti. Ovvero il siero inoculato, ha modificato il rapporto magnetico che vi è tra globuli rossi e parete delle arterie. Ovvero se prima i globuli rossi avevano valenza negativa, ovvero vi era repulsione tra di loro, ora si attraggono diventando di fatto un unicum, nel senso che sono impilati uno sull’altro. Fare circolare un ammasso di sangue in questevl condizioni porta ben presto alla morte.

  4. cosa che molto raramente accade a persone di quell’età, FINO A DUE ANNI FA.. ora prmai purtroppo è diventata la nuova normalita’

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.