Celentano contro giornalisti La7: “Fate parlare pure chi è contrario al vaccino, siete da licenziare”

Condividi!

“Se fossi in Cairo vi licenzierei in tronco”. Non usa mezze parole Adriano Celentano, che dai suoi profili Instagram e facebook “l’inesistente”, sul tema pro e contro vaccini, critica aspramente Corrado Formigli e Massimo Giletti, rei di non dar voce, pur ospitandoli nelle rispettive trasmissioni, al popolo dei contrari. “Qualche parola di conforto a Formigli e all’amico Giletti – scrive Celentano – Da tempo seguo le vostre trasmissioni poiché le ritengo interessanti e al tempo stesso educative, specie in questo, di periodo, che se non stiamo attenti, l’amara sorpresa potrebbe coglierci da un momento all’altro. Per cui è giusto invitare e sentire anche la voce di chi è contrario ai vaccini. Personalmente io credo che al momento non ci sia altra soluzione all’infuori del vaccino”. Lo riporta oggi tvblog.it.

“Ma poiché come anche tu Corrado, hai detto ieri sera, il popolo dei ‘contrari’ sta aumentando, quindi è più che giusto accoglierli e sentire anche la loro campana. – aggiunge Celentano – Però fatecela sentire la loro campana. Invece voi scorretti cosa fate: li invitate, tanto per far vedere che siete democratici, e appena aprono bocca li assalite, offendendoli e lasciando che le voci si sovrappongano senza permettere al pubblico a casa di capire in che modo la loro ricetta sarebbe meglio del vaccino”. “Una farsa la vostra che ha già toccato la quarta puntata. Due tue e due di Giletti. Mi dispiace ragazzi, ma avete ancora tanto da imparare… e se io fossi Cairo aspetterei la farsa della quinta puntata (che non sarà certo diversa dalle precedenti) e vi licenzierei in tronco”, conclude.

Condividi!

2 thoughts on “Celentano contro giornalisti La7: “Fate parlare pure chi è contrario al vaccino, siete da licenziare”

  1. Scusate ma… CHI ha tutta questa paura si vaccini!così nessuno potrà contagiarlo… starà tranquillo!! Punto. Libertà di scelta!! Gli altri avranno il DIRITTO di scegliere, in democrazia.. Ma c’è?!?!

  2. Min (46:55) «Because the evidence makes it abundantly clear that THERE HAS BEEN NO EFFORT by any pharmaceutical company to COMBAT THE VIRUS. This is about getting people injected with the known-to-be-harmful S1 spike protein. So, the cover story is that if you get an expression of a spike protein, you are going to have some sort of general syntomatic relief.

    But the fact of the matter is, there has NEVER been an intent to vaccinate a population, as defined by the vaccination universe».

    Min. (49:55) «Well, here is the sad and sober irony: is that I raised these issues beginning in 2002 (after the anthrax scare). And the tragedy is … we are now sitting in a world where we have hundreds of millions of people who are being injected with a pathogen-stimulating computer sequence, which is being sold under what the Patent Office, what the medical profession, and what the FDA in its own clinical standards would NOT SUGGEST IS A VACCINE.

    BUT BY USING THE TERM, WE ARE NOW ACTUALLY SUBJECTING HUNDREDS OF MILLIONS OF PEOPLE TO WHAT WAS KNOWN TO BE BY 2005 AS A BIOLOGICAL WEAPON».

    T R A D U Z I O N E

    Min (46:55) «Perché le prove rendono abbondantemente chiaro che non c’è stato ALCUNO SFORZO da parte di nessuna azienda farmaceutica di COMBATTERE IL VIRUS. SI TRATTA DI FAR INIETTARE LA PROTEINA S1 SPIKE NELLE PERSONE, PROTEINA CHE SI SA ESSERE DANNOSA. Quindi, la storia di copertina è che se ti iniettano l’espressione di una proteina spike, avrai una sorta di sollievo sintomatico generale.

    Ma il fatto è che NON c’è mai stata l’intenzione di vaccinare una popolazione, come definita dall’universo della vaccinazione».

    Min. (49:55) «Ecco, la triste e sobria ironia: avevo sollevato questi problemi a partire dal 2002 (dopo lo spavento legato all’antrace). E la tragedia è che … adesso viviamo in un mondo in cui abbiamo centinaia di milioni di persone a cui viene iniettata una sequenza computerizzata che stimola l’agente patogeno, che viene venduta sotto ciò che l’Ufficio Brevetti, ciò che la professione medica e ciò che la FDA nei propri standard clinici NON suggerirebbe ESSERE UN VACCINO.

    MA USANDO IL TERMINE, ORA STIAMO DI FATTO SOTTOPONENDO CENTINAIA DI MILIONI DI PERSONE A QUELLA CHE NEL 2005 SI SAPEVA ESSERE UN’ARMA BIOLOGICA».

    https://www.unite4truth.com/post/reiner-fuellmich-david-martin-patent-data-destroys-entire-covid-19-government-narrative-video

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: