Celentano: “Ci sono giornalisti che fanno perdere la pazienza agli italiani. Vanno licenziati”

Condividi su:

Adriano Celentano è tornato a parlare sui social e si è scagliato contro i conduttori tv e dei talk show che, a suo dire, sono “i maggiori responsabili di tutto questo odio che invade le strade”. Adriano Celentano li definisce “bestie docili al vedersi, ma i loro artigli sono a dir poco micidiali. Essi si presentano come ospiti sotto forma di esseri umani pronti a distribuire la loro rabbia nei vari talk show”.

Parole molto forti, che poi vengono dirottate su un giornalista del quale, però, Adriano Celentano, non ha voluto rivelare il nome (Luca Telese, ndr): “Il capostipite di questi distributori di odio è un tipo grassottello coi baffi non sempre tagliati bene. Individui chiamati apposta per parlare sopra a chi dice cose sensate, in modo che l’onda nera dell’odio sgorghi come un fiume in piena nelle case degli italiani”.

Il cantautore punta il dito contro tutti quelli che fanno disinformazione televisiva e aggiunge che “i veri responsabili di questo grave innesto che sta mettendo a dura prova la pazienza degli italiani, sono i conduttori” che, per il Molleggiato, “andrebbero licenziati tutti in tronco sia maschi che femmine. Non ci vuole tanto per capire che sono proprio loro i maggiori responsabili di tutto questo odio che invade le strade”.

Questo secondo attacco sembra inserirsi in un piano più ampio per il Molleggiato, che ha già annunciato un suo ipotetico ritorno televisivo: “Ecco perché, sempre di più, sto maturando l’idea di tornare in televisione. Perché la vostra non è televisione. La vostra è solo un misero schermo scolorito, pieno di voi stessi. Per fare televisione bisogna essere rock e voi purtroppo siete lenti”. Così il Giornale.

Condividi su:

5 thoughts on “Celentano: “Ci sono giornalisti che fanno perdere la pazienza agli italiani. Vanno licenziati”

  1. Quello cui si riferisce Celentano non è “grassottello”, è decisamente OBESO, e ha le arterie ostruite dal colesterolo. Ed ecco perché vomita tutte quelle idiozie, come quell’altro panzone: Cazzola, lo specialista in cazzate, quello che istigava la polizia a sparare sulla folla durante le manifestazioni come fece l’assassino Bava Beccaris. Perché non cominciano loro a spararsi sulle palle, così tanto per passare il tempo? Poi dalla cintola possono alzare il tiro…

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.