Cazzola va fuori di testa: “Voglio vedere Putin a testa in giù come Mussolini”

Condividi su:

“Lo voglio vedere appeso per i piedi nella piazza Rossa”. Giuliano Cazzola non si tiene e si augura per il presidente russo Vladimir Putin una fine sanguinosa che ricorda quella di Benito Mussolini, tanto che l’ex sindacalista non nasconde che vedrebbe bene l’esecuzione dello zar a Piazzale Loreto. Myrta Merlino, la conduttrice de L’aria che tira, sul La7, nella puntata di mercoledì 4 maggio, fatica non poco a tenere nei limiti l’esuberante ospite.

Putin lo voglio vedere appeso, ma è possibile che uno che manda i missili” in giro per l’Europa “viene trattato con i guanti bianchi? Deve essere sconfitto”. La conduttrice respinge i toni usati da Cazzola: “Putin deve essere sconfitto ma processato e giudicato” per gli eventuali crimini di guerra, argomenta Merlino. L’ex sindacalista insiste e rincara la dose: “Ma se io lo vedo appeso per i piedi, ecco, non mi dispiace. Gente come lui deve fare una brutta fine. Mi piacerebbe vederlo appeso a testa in giù a Piazzale Loreto, ma è difficile da trasportare”. La Merlino non sa più a che santo votarsi: “Non volevo fare mica una puntata de La storia siamo noi”. Fonte

Condividi su:

8 thoughts on “Cazzola va fuori di testa: “Voglio vedere Putin a testa in giù come Mussolini”

  1. Questo signore deve avere una particolare simpatia per i sostenitori dei banderisti e dei nazisti ucraini. Si coporta lui stesso con un livore tipico dei fascisti incalliti dell’epoca di Mussolini. Altrimenti avrebbe reagito allo stesso modo per le tante guerre illegali fatte dagli Usa.

  2. Questo stupido folle, non già “va fuori di testa” occasionalmente, come sarebbe anche in questo post.
    Dimostra piuttosto CONFERMANDO, che REALMENTE vive fuori di testa.
    Non ne dice una, che sia una di buono!
    E nessuno gli pratica – per il suo bene chiaramente – un TSO che lo ridurrebbe a vivere un tantino più tranquillo e senza procurare fastidio a terzi, come invece accade quando -aprendo bocca – va in palese follia con forme di escandescenza in frenetico parossismo.

  3. Dalla seconda guerra mondiale, gli Usa sono stati coinvolti in innumerevoli guerre, campagne militari e operazioni, solo per citarne alcuni: Cina 1945/6; Siria 1949; Corea 1950/1953; Persia 1953; Guatemala 1954; Tibet anni 1955/70; Indonesia 1958; Zaire 1960/65; Vietnam 1965/73; Cuba 1961; Repubblica Dominicana 1961; Repubblica Democratica del Congo 1964; Laos 1964/73; Repubblica Dominicana 1965/6; Perù 1965; Grecia 1967; Guatemala 1967/9; Cambogia 1969/70; Cile 1970/1973; Argentina 1976; Angola 1976/92; El Salvador 1981/92; Nicaragua 1981/90; Cambogia 1980/95; Libano 1982/4; Granata 1983; Libia 1986; Iran 1987/8; Libia 1989; Filippine 1989; Panamá 1989; Iraq 1990/1; Somalia 1992/4; Iraq 1992/1996; Bosnia-Erzegovina 1995/6; Iraq 1998; Sudan 1998; Serbia 1999; Afghanistan 2001/21; Iraq 2003/11; Pakistan dal 2004 ad oggi; Somalia dal 2007 a oggi; Kenya dal 2007 ad oggi; Libia 2011; Uganda 2011/17; Iraq 2014/17; Siria 2014-presente; Yemen 2015-presente. Venezuela 2019.
    Su questo Cazzola non ha niente da dire?

  4. Una puttana della politica passato dal psi al pdl per approdare a +europa con i quali IN COALIZIONE hanno preso il 3% alle ultime elezioni europee. La cosa schifosa è che i media danno voce a esseri del genere che hanno un pensiero nettamente minoritario e marginale in confronto al sentire comune popolare nazionale.
    Più di metà della popolazione non vuole partecipare a nessuna guerra, non vuole dittature sanitarie, non vuole essere governata da un banchiere e trovarsi sotto il giogo della UE.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.