Catania, poliziotto Anticrimine muore dopo vaccino AstraZeneca

Condividi su:

Sono ore di ansia e apprensione in Sicilia dopo la morte di 2 agenti delle forze dell’ordine, giovani e in perfetta salute, deceduti improvvisamente dopo aver ricevuto nei giorni scorsi la prima dose del vaccino Astrazeneca dallo stesso lotto, secondo quanto verificato dai giornalisti di LiveSicilia. A Stefano Paternò, 43 enne di Corleone in servizio ad Augusta come Sottoufficiale della Marina Militare, si aggiunge Davide Villa, poliziotto dell’Anticrimine di Catania. La sua è una storia terribile: il poliziotto, fratello del noto fotografo di fama internazionale Fabrizio Villa, è deceduto il 7 marzo, 12 giorni dopo la somministrazione del vaccino, ma aveva iniziato a stare molto male dal giorno successivo all’inoculazione della dose, peggiorando drammaticamente di giorno in giorno fino al decesso.

Come scrive il giornale locale www.strettoweb.com, proprio il fratello Fabrizio l’ha accompagnato al pronto soccorso quando la situazione stava degenerando, i medici hanno diagnosticato una trombosi venosa profonda, poi sfociata in emorragia celebrale. La trombosi è tra le reazioni avverse previste dai vaccini: adesso ci sono in corso le indagini che stanno verificando l’accaduto.

Condividi su:

One thought on “Catania, poliziotto Anticrimine muore dopo vaccino AstraZeneca

  1. Se per voi questi non sono omicidi di Stato, cosa dovrebbero essere. Prima se uno si sparava in testa un colpo di pistola, moriva di Covid 19, ora dopo essersi iniettato il vaccino, di cosa dovrebbero essere morti, queste vittime di uno Stato mafioso e incapace.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.