Calciatore del Real Battipaglia stroncato da un malore fatale nella notte: aveva 35 anni

Condividi su:

È deceduto la scorsa notte Sergio Satriano, 35enne battipagliese, calciatore del Real Battipaglia. Un malore purtroppo non ha lasciato scampo all’atleta che era molto conosciuto e ben voluto a Battipaglia. La notizia dell’improvvisa scomparsa di Satriano si è diffusa nelle ultime ore a Battipaglia lasciando addolorati familiari e conoscenti. Lo ha riportato il Mattino di Napoli.

Ricordiamo che a partire dal 10 gennaio del 2022 tutti i calciatori italiani, così come tutti gli atleti impegnati negli sport di squadra, si sono dovuti vaccinare per proseguire la loro attività. La decisione è rientrata tra quelle prese dal Consiglio dei ministri per limitare ulteriormente la diffusione del contagio. Non sono previste deroghe, quindi la norma ha attraversato tutto il pianeta calcio, dalla serie A in giù. E i malori improvvisi proseguono nel silenzio assordante dei media mainstream.

Condividi su:

8 thoughts on “Calciatore del Real Battipaglia stroncato da un malore fatale nella notte: aveva 35 anni

    1. @nuccioviglietti

      A mio avviso, l’obiettivo è evitare che 1) mettano al mondo figli; e che 2) arrivino alla pensione.

  1. Si vede benissimo che non stava bene, chissà quante malattie invalidanti avrà avuto, non mi spiego come sia arrivato sino a 35 anni,

  2. Ai criminali stragisti, che hanno causato decine di migliaia di morti o invalidi in italia, non crede piu’ nessuno.Anche se i media allineati, compresa la RAI da noi pagata, continuano a parlare di “vaccini sicuri” la elevata tossicità e mortalità di questi veleni, come dimostrano i dati EMA che riportano 40 mila morti sospette,sta venendo fuori nella realtà quotidiana degli italiani .Non è piu’ possibile nascondere gli effetti gravi tanto che i centri “vaccinali”(meglio dire “mortali”) sono completamente vuoti.

    da; eventiavversinews.it
    Hub deserti. Minimo storico delle vaccinazioni. Nessuno si fida più. Da inizio anno inoculazioni crollate oltre il 75%-Febbraio 16, 2022
    …”Siamo al fallimento della campagna vaccinale. I dati aggiornati de IlSole24Ore riportano che, su 57 milioni di italiani vaccinabili (ad oggi non sono vaccinabili solo i bambini della fascia di età 0-4 che sono 2.216.510 su un totale della popolazione al 2021 pari a 59.236.213), ci sono 48.800.000 persone vaccinate con due dosi (ne mancano all’appella 8 milioni e duecentomila) e 36.400.000 con terza dose. Ci sono, quindi, al momento 12 milioni e quattrocentomila persone, probabili “vaccinati pentiti”, che non si sono sottoposti alla terza dose dopo le prime due.

    Il trend della campagna vaccinale è desolante. Evidentemente nessuno si fida più e le strategie del governo con abuso della decretazione di urgenza e obblighi in odore di incostituzionalità non fanno più paura a nessuno”…………

  3. Ogni paese, ogni quartiere, ogni comunità ha di queste situazioni dolorose, ma ancora nessuno si raduna, nessuno si ribella, ancora bassetti può pubblicizzare il vaccino pfizer, ancora il pd comanda.

  4. Funziona troppo bene. Mi dispiace x lui ma, avere calciatori, industriali, commercianti, laureati che nn hanno capito una mazza… Gli unici che hanno capito sono i politici che di sono fatti inoculare una bella soluzione salina.

    1. @Pippo

      Temo che i politici NON abbiano scelto una soluzione salina, ma solo che qualcuno abbia scelto per loro. Altrimenti, l’inganno sarebbe stato subito evidente. Inoltre, NON sappiamo ancora quanti tipi di “vaccini” ci sono: NON è detto che ci siano solo due i tipi. Inoltre, NON sappiamo bene quali saranno TUTTI gli effetti a lungo termine.

      Difficile capire l’inganno: mi dispiace molto per chi si è fidato, e che ora sta lentamente capendo la trappola nella quale è caduto. Speriamo di poterli aiutare, speriamo che la vera Medicina trovi un antidoto. Come diceva Montagnier, siamo noi che potremo aiutarli, solo noi.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.