Brasile, bambina di 11 anni muore quattro giorni dopo il siero Covid

Condividi su:

BRASILE – Izabella da Silva, 11 anni, è deceduta l’8 aprile dopo aver ricevuto il vaccino covid-19. Secondo il deputato statale Ricardo Arruda, la scuola avrebbe fatto pressioni e minacciato la bambina. Secondo quanto riferito, la scuola avrebbe minacciato la famiglia di escludere dalla frequenza scolastica la ragazzina dopo aver denunciato i genitori al Consiglio di tutela, se non avesse proceduto alla vaccinazione. Izabella ha ricevuto il vaccino il 4 aprile. Ha iniziato a provare forti mal di testa pochi giorni dopo ed è morta l’8 aprile.

Izabella, una bambina sana e in perfetta salute, i suoi genitori non volevano vaccinarla, ma la direzione della scuola l’ha messa sotto pressione, minacciando di presentare una denuncia al consiglio di tutela, come indicato dal Ministero pubblico del Paraná. L’hanno minacciata dicendo che avrebbe potuto perdere la sua famiglia”, ha detto il deputato durante un discorso all’Assemblea legislativa del Paraná.

“La bambina è tornata a casa terrorizzata e ha chiesto al padre di essere vaccinata. C’è la prova che il decesso sia avvenuto a causa del vaccino?” chiede il deputato. I risultati dell’esame autoptico saranno pronti solo tra quattro mesi. Infine, citando il dottor Roberto Zeballos, aggiunge: “Il pubblico è informato che, secondo i dati del CDC e della FDA, agenzie americane, il tasso di sopravvivenza dei bambini infetti da covid-19 è del 99,99%, mentre gli effetti avversi della vaccinazione sono noti, tra questi, la miocardite”.

Condividi su:

3 thoughts on “Brasile, bambina di 11 anni muore quattro giorni dopo il siero Covid

  1. Ammazzare chi l ha terrorizzata e minacciata !
    subito senza nessuna pieta !
    Gli stupidi adesso vanno eliminati dai posti di potere !

  2. È fin troppo evidente ormai che usare questo tipo di violenza, per la quale a supporto non vi è un reale fondamento per essere punito, è una violenza in particolare indirizzata VERSO innocenti e incolpevoli BAMBINI, come in questo caso, che senza girarci troppo intorno, è un INDISCRIMINATO ATTO DI CONDANNA A MORTE.
    Dov’è, la MOTIVAZIONE che giustifichi tali atti SATANICI?
    Qual è, l’autorità MONDIALE che stabilisce queste criminali disposizioni di morte?
    E perché?
    Chi è che stabilisce chi deve, e chi non può vivere su questo Pianeta?
    Chi è questo spregevole e ripugnante SATANA che crede di avere potere sulla vita addirittura dei bambini?
    Perché, tutta questa cattiveria che infierisce verso innocenti BAMBINI, sentenziandone la morte?
    L’imprudenza di queste CREATURINE purtroppo è stata soltanto di nascere tra DELINQUENTI non di questo mondo!
    E da ultimo, quando si sveglia la magistratura di tutto il mondo e REALMENTE si rende conto di ciò che stanno facendo categorie d’inqualificabili delinquenti?, quando anche a loro uccideranno le persone più care?: un figlio, la madre, o chiunque altro???

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.