Boom di malori al concerto di Vasco Rossi: trecento persone soccorse dalle autoambulanze

Condividi su:

Doveva essere “una splendida giornata” per i settantamila spettatori presenti a Roma al concerto di Vasco Rossi al Circo Massimo, ma per 300 di loro, le ore di attesa sotto al sole, in alcuni casi isolati l’abuso di alcol e di droga, hanno trasformato l’evento in un girone infernale (senza dimenticare i probabili malori da vaccino, ndr). E’ il bollettino di guerra che si è registrato ieri, durante la prima delle due performance musicali (la prossima ci sarà oggi) della rockstar originaria della provincia di Modena.

Il servizio di protezione sanitaria interna all’organizzazione del concerto di Vasco, ha prestato soccorso ai pazienti che avevano accusato malori dovuti a colpi di calore, attacchi di panico, intossicazione, coma etilico, uso di droga e traumi da caduta. Tutto si è svolto sernza problemi invece, dal punto di vista della gestione dell’ordine pubblico coordinato dall’ufficio di gabinetto della Questura di Roma. Nessun sequestro invece di sostanze stupefacenti tra i numerosi pusher che nel pre-concerto si aggiravano intorno al Circo Massimo in attesa di vendere le dosi di droga agli spettatori del concerto che cercavano lo sballo. Così Leggo.

Condividi su:

6 thoughts on “Boom di malori al concerto di Vasco Rossi: trecento persone soccorse dalle autoambulanze

  1. Sono riusciti a dare pure un nome a questo”malori” improvvisi….. Purtroppo, gli italioti li vediamo ancora brancolare nel buio con tanto di mascherine all’aperto con 30 gradi…. Ma che ne volete di più!!!! Parlare con questi relitti è tempo perso.

  2. I “VACCINI” sono SICURI ed EFFICACI.

    ————–> Che scoperta, con ben 32 pagine di effetti collaterali… che cosa vogliamo di meglio dalla vita?

  3. Di grazia, chiedo ai covidioti che sanno sempre tutto, se mi leggono, dato che stanno ovunque, peggio del prezzemolo, come mai nel 2015 mi recai ad un evento chiamato Mondo Ichnusa e nonostante fossimo 80mila e il sole picchiasse forte nessuno, e dico nessuno, ha avuto un malore improvviso? Eppure era luglio, faceva caldissimo, molti bevevano birra ed eravamo tutti ammassati. Forse azzardo un’ipotesi, eh: magari dal 2021 abbiamo dei cacchini nelle vene? Chiedo per me stessa. Andai anche nel 2016 e nemmeno lì ci furono questi MALORI IMPROVVISI. Quanto mi manca comunque il Mondo Ichnusa, in Sardegna del resto non fanno mai nulla. Non mi dava nemmeno così fastidio quello che le nazi-femministe hanno ribattezzato catcalling, importando tra l’altro ipocrite mode americane, male, anzi, malissimo. Da male in peggio, stanno rovinando tutto… Purtroppo poi non sono più andata da nessuna parte, non ho nemmeno una macchina, la scimmia speranza sarebbe fiera di me insomma, non vedo mai nessuno. Qui è talmente noioso e non c’è talmente niente che a volte mi sembra di vivere in Congo. Sarebbe bello se perlomeno qui non vincesse le elezioni sempre lo stesso sindaco, saranno almeno 10 anni che è sempre lo stesso e non fa niente per la disoccupazione, né per le strade, né per feste ed eventi oramai dimenticati da anni or sono, né tantomeno per il paese che si sta pian piano spopolando. Da quando è sindaco è cambiato soltanto il suo peso, ovviamente è ingrassato. Che tristezza…

Rispondi a nuccioviglietti Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.