Bergoglio: Condividere le proprietà non è comunismo, ma cristianesimo

Condividi su:

Condividere le proprietà “non è comunismo, è cristianesimo allo stato puro”. A chiarirlo è Papa Francesco commentando il passo degli Atti degli Apostoli che racconta che “nessuno considerava sua proprietà quello che gli apparteneva, ma fra loro tutto era comune”. Il Pontefice ha spiegato che “i discepoli ‘misericordiati’ sono diventati misericordiosi, per loro condividere i beni terreni è sembrato conseguenza naturale”.

Bergoglio: “Il diritto di proprietà è un diritto naturale secondario derivato dal diritto che hanno tutti, nato dal destino universale dei beni creati. Non c’è giustizia sociale che possa essere fondata sulla disuguaglianza, che implichi la concentrazione della ricchezza”. Così Papa Francesco, per il quale occorre costruire una “nuova giustizia sociale partendo dal presupposto che la tradizione cristiana non ha mai riconosciuto come assoluto e intoccabile il diritto alla proprietà privata” e ne ha sempre invece sottolineato “la funzione sociale”. Lo ha riportato quest’oggi TGCOM24.

Condividi su:

4 thoughts on “Bergoglio: Condividere le proprietà non è comunismo, ma cristianesimo

  1. Qualcuno ricorda quella bellissima pubblicità di carosello che diceva “lo possiamo torturare???”
    Ecco qui sarebbe indicatissima questa risposta.
    Cominci lui a pagare l’Imu allo stato italiano e a mettere a disposizione tutte le residenze del Vaticano per i bisognosi, magari prima gli italiani che invece sfratta!
    Se lo fa, giuro che lo imitò.
    Lo deve fare però……

  2. Non e disuguaglianza, che ha lavorato e lavora ha la proprieta chi ruba e fa il delinquente non merita niente. E comunque essere cristiano vuol dire aiutare chi ne ha bisogno e comunque non i delinquenti. PAROLA di DIO.

  3. Ecco, allora sig Bergoglio.. Inizi lei A SPOGLIARSI DELLE PROPRIETÀ E DELLE AGIATEZZE E DIA, ANZI DATE, TUTTO AI POVERI, COME SAN FRANCESCO…CHE OLTRETUTTO, PREDICAVA LA PAROLA DI GESÙ, SENZA FARE POLITICA!!! DURA EH?!?

Rispondi a Marita Annulla risposta

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.