“Basta una sola dose ed è sicuro”. Il medico Antonio Demonte ucciso da malore mentre è in servizio

Condividi su:

VIBO VALENTIA — È venuto a mancare improvvisamente il dottor Antonio Demonte. Si è spento a causa di un malore improvviso durante il turno lavorativo. E’ stato il coordinatore del Covid-19 in città e rassicurava tutti pure attraverso i social: “Basta una sola dose ed è sicuro”. Nessuna Correlazione. Lo ha riportato Calabria News.

Condividi su:

16 thoughts on ““Basta una sola dose ed è sicuro”. Il medico Antonio Demonte ucciso da malore mentre è in servizio

  1. VEDE, DOTTOR DEMONTE, ci sono ANCHE QUELLI CHE dicono NO.

    Lei NON è stato tra quelle persone, purtoppo. LEI SI FIDAVA CIECAMENTE DELLA… $CI€NZA.

    “Pfizer offered me $1 million & $50,000 month wage; was this to stop writing & hammering them/Bourla?; I have had limited patchy broken income due to being cancelled, smeared; —> I said NO!

    T R A D U Z I O N E
    “Pfizer mi ha offerto $ 1 milione e $ 50.000 al mese di stipendio; per smettere di scrivere e martellarli / e di martellare il loro CEO Bourla?; Ho avuto un reddito molto limitato, a macchia di leopardo a causa della cancellazione dalla prefessione, sono stato imbrattato di maldicenze. —> Ho detto NO!”

    https://palexander.substack.com/p/pfizer-offered-me-1-million-and-50000

  2. Mi fa piangere che i furbastri del sud, tutti quei furbi briganti dranghetisti, camorristi, sacra corona, tutti quei malandrini, esperti di criminalità, si sono fatti tutti inculare dai globalisti. Coglionazzi, solo la Sicilia e Bolzano si sono salvati.

    1. i furbastri del sud sono vittime di discriminazione esattamente come i cosiddetti novax. ma poi esce fuori il genio che qualcosa deve pur discriminarla sennò non si sente vivo, tutto ciò dopo essere stato discriminato in quanto novax. inutile l’italia è fatta di gente ottusa che ama sentirsi meglio di qualcun altro, e additarlo con disprezzo senza sapere un beneamato caxxo

  3. Tra 2-3 anni il mondo sarà meno popolato e più piacevole di sicuro.
    Posso solo immaginare il fastidio che questi danno al pianeta Terra e all’universo, che infatti se li stanno scrollando dal groppone a ritmo costante.
    Tempi molto interessanti.

  4. qualcuno qua ha commentato che al sud si sono fatti fregare dai globalisti (tranne i siciliani). Vero, sappiate che al sud per lo piu’ e’ pieno di vermi mediterranei, quando si tratta di organizzazione sociale e competenze da loro regna anarchia, incompetenza e ignoranza, mentre da noi gli idioti sono una minoranza, la’ sono la massa. Questo medico ignorante che propagandava il vaccino (ne basta una dose=FALSO, e’ sicuro=FALSO) ne’ e’ un esempio. Se leggete il libro di Attali’ sulla depopolazione mondiale avavano stabiliti di far fuori gli idioti con mezzi come questi.

  5. *Antonio demente
    Così suona molto meglio. Che testa di rapa. Non è vero che è sicuro e nemmeno che basta una dose… Questi vivono sulla luna. Che tristezza… I covidioti non hanno dei veri problemi, ecco perché si cacchinano… Invece io ho mia madre che urla e mi lancia cose a terra. Le ho detto cosa dovessi mangiare e mi ha lanciato un pezzetto di pane sul tavolino che poi ha rimbalzato a terra. Beato/a chi ha una famiglia normale e SANA di mente:( Poi mi ricatta sempre con i gatti, io mi sono veramente rotta… Vorrei che trovasse un uomo e lui se la prendesse…

  6. Dr Neil Cherry
    Associate Professor of Environmental Health
    6th September 2002
    Electromagnetic Radiation Effects on Humans
    Many studies have been published describing a broad range of physiological, psychological, and
    behavioral changes associated with changes or disturbances in the geomagnetic activity (e.g. by
    solar storm activity) or non-natural sources 4–7
    . In a recent effort to investigate this
    phenomenon, scientists measured heart rate variability (HRV) in 10 volunteers who went about
    their daily lives while undergoing continuous heart rate monitoring 8
    . Although the statistical
    effect size was small, significant correlations have been found between the group’s HRV and
    the solar wind speed, Kp, Ap, solar radio flux, cosmic ray counts, Schumann Resonance power,
    and intensity variations in the magnetic field. In a follow-up investigation, a study was
    conducted in which HRV was measured in volunteer human subjects over the course of 5 weeks
    while simultaneously collecting environmental data 9
    . Changes in the cosmic ray flux and solar
    radio flux, and in the Schumann Resonance power were found to be correlated with increased
    HRV and parasympathetic activity.
    In a recent study in a metropolitan area in Spain, an epidemiological approach was used to
    examine cardiovascular related hospital admissions over the course of a year. Using an Event
    Coincidence Analysis statistical method, the investigators observed clustered events for the 1st
    and the 3rd Schumann Resonance frequencies (ECA shuffle-surrogate test p = .01 and p < .01)
    10.
    A related finding in a previous study is the observation geomagnetic activity correlated with the
    heart attack incidence rate in 14 large hospitals in St Petersburg for the period 1989-1990 11.
    Collectively, these findings support the hypothesis that weakly energetic environmental
    phenomena can affect human physiology, with clinical significance.
    Electromagnetic Radiation Effects on Mammals
    Many studies have shown that mammals are sensitive to changes in electromagnetic radiation.
    A wide variety of animals have been studied 7
    , including mice, rats (multiple strains)12, rabbits
    and non-human primates 13. Many of these early studies were undertaken in response to the
    development of the United States space program.
    A particularly intriguing topic is the neurophysiological effect of electromagnetic fields,
    including observations in the VLF and extremely low frequency (ELF) ranges, in which the
    Schumann Resonances occur. For example, freshly isolated chick and cat cerebral tissues
    exposed to sinusoidal electric fields at 1, 16, and 32 or 75 Hz, with electric gradients in air of 5,
    10, 56, and 100 V/m, exhibit a general trend toward a reduction in the release of preincubated
    45-Ca2+ 14. Both frequency and amplitude sensitivities were observed. These findings are
    potentially relevant to the human response to the Schumann Resonances. The Schumann
    Resonance frequencies start at 7.8 Hz and progress by increments that describe the overtone
    series at about 13.7, 19.6, 25.5, 31.4, 37.3, and 43.2 Hz. The first five modes agree with the
    frequency range of the first four electroencephalogram (EEG) bands with the primary EEG
    frequency bands being Delta, 0.5 to 4 Hz, Theta, 4-8 Hz, Alpha, 8-13 Hz and 13 to 30 Hz.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.