Bassetti rivela: “La pandemia finirà la prossima primavera, senza nessuno lockdown”

Condividi!

Considerando il fatto che le pandemie di sovente durano due anni, la fine della pandemia di COVID-19 dovrebbe arrivare la prossima primavera, secondo Bassetti. “Chi fa il medico non deve fare previsioni, tuttavia le pandemie in genere durano due anni. Alcuni paesi, tipo l’Inghilterra, ne stanno già uscendo. Ci vorrà secondo me un altro autunno-inverno“. Lo ha riportato ieri Sputnik News.

Bassetti afferma, quindi, che occorre pazienza per il prossimo autunno-inverno, sottolineando, al tempo stesso, che non ci sarà la necessità di ricorrere ai lockdown: “Speriamo di poter tornare, dalla prossima primavera a quella che era la vita prima di COVID-19, senza però dimenticare alcuni insegnamenti, che devono diventare nostri compagni di viaggio per il futuro” ha aggiunto. Secondo Bassetti, quest’autunno, dal punto di vista delle ospedalizzazioni, sarà affrontato molto meglio, in quanto, a differenza dell’anno passato, una parte della popolazione è già stata vaccinata e i preparati hanno provato la propria efficacia.

“Io guardo sempre a quello che succede in Paesi che hanno iniziato la vaccinazione prima di noi. In Inghilterra ci sono 30-40.000 casi al giorno, ma, grazie ai vaccini, la situazione legata alle ospedalizzazioni rimane tranquilla. Chi non si è ancora vaccinato lo invito a farlo” ha detto il primario.

Condividi!

7 thoughts on “Bassetti rivela: “La pandemia finirà la prossima primavera, senza nessuno lockdown”

  1. Si.. Mago OTELMA bis😅🤣😅🤣tanto tra pochi mesi, e a tante xsone.. Scade.. E.. Tutti alla 3 PUNTURINA… E.. All infinito…

  2. Spero che i fantasmi delle vite spezzate dal vaccino che TU HAI ESORTATO A FARE ti perseguitino la coscienza per tutta la tua lunga e miserabile vita. Goditi i soldi della Pfitzer.

  3. dobbiamo stare tranquilli e non augurare il male a nessuno.
    tenere sempre a mente che ad ogni azione
    corrisponde una reazione uguale e contraria,sempre.
    tenere sempre a mente che il micro è come il macro
    e che ogni predatore(che sia un virus o un bassetti)
    attacca esclusivamente quando dimostri paura.
    resistiamo restando fermi nelle nostre posizioni.
    sostituiamo il servile mantra “mi piego ma non mi spezzo” con:
    “col cazzo che mi piego,piuttosto mi spezzo”. ciao

    1. @Anonimo: Io non gli auguro il male(anzi se leggi gli auguro anche una lunga vita), ma gli auguro di fare i conti con la sua coscienza, perché alla fine ognuno è il più severo giudice di sé stesso.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: