Asia, 12enne ricoverata d’urgenza in terapia intensiva dopo la seconda dose Pfizer

Condividi su:

Eunice Jade Gianan, ragazza filippina di 12 anni, è stata ricoverata d’urgenza in terapia intensiva dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer. I medici le hanno diagnosticato la sindrome di Guillain Barré, una grave malattia neurologica che danneggia i nervi periferici che connettono il sistema nervoso centrale con il resto dell’organismo. La madre Karen, sconfortata dall’accaduto, si è sfogata su Facebook. Questo il contenuto del post. Così Come Don Chisciotte.

Molti chiedono cosa sia successo alla nostra figlia di 12 anni Eunice Jade Gianan. Alcuni mi chiedono di rendere noto cosa le è successo per dare consapevolezza agli altri genitori. Gli effetti collaterali del vaccino Covid esistono e sono gravi! Eunice ha ricevuto la sua seconda dose lo scorso 7 dicembre 2021 di vaccino Covid (Pfizer). Il 12 dicembre ha iniziato a sentire debolezza alle gambe, ma non le abbiamo dato peso e abbiamo pensato ad un affaticamento o allo stress. Il 15 dicembre, però, Eunice non riusciva più a camminare e a stare in piedi da sola, così il 16 dicembre abbiamo deciso di portarla al pronto soccorso dell’ospedale Gentri Doctors. Dopo una serie di esami il dottore non ha rilevato nulla e l’ha mandata a casa. Le sue condizioni sono peggiorate nelle ore successive e decidiamo di andare di nuovo in ospedale il 17 dicembre al pronto soccorso De La Salle. I medici hanno consigliato una risonanza magnetica, ma poiché non c’erano posti disponibili per la risonanza magnetica a De La Salle, abbiamo deciso di portarla a casa e cercare un altro ospedale. Dopo aver chiamato e chiesto informazioni a molti ospedali nelle vicinanze, non siamo riusciti a ottenere un posto per Eunice”.

Il 18 dicembre abbiamo deciso di portarla dall’oculista perché ha iniziato ad avere una vista limitata. Mentre aspettava il dottore, il padre ha notato che Eunice non riusciva più a controllare le dita della sua mano e l’abbiamo portata di corsa al pronto soccorso. Il medico le ha diagnosticato la sindrome di Guillain Barré, una malattia che porta il sistema immunitario di una persona a danneggiare i nervi. Eunice doveva essere intubata e ricoverata in terapia intensiva a causa delle sue condizioni. Oggi è il suo 20° giorno in ospedale ed è ancora in terapia intensiva, ma ogni giorno sta migliorando e lottando per la sua vita. Eunice non ha una storia pregressa di alcuna malattia o comorbilità. È un’atleta ed è molto attiva. Non riusciamo a trovare alcun motivo per cui possa contrarre questa malattia a parte l’effetto collaterale del vaccino Covid. Non siamo contrari al vaccino Covid. Vogliamo solo che siate consapevoli che esiste una possibilità di effetti collaterali del vaccino Covid. Quindi, cari genitori, è una vostra decisione se permettete a vostro figlio di vaccinarsi con un possibile rischio”.

Condividi su:

3 thoughts on “Asia, 12enne ricoverata d’urgenza in terapia intensiva dopo la seconda dose Pfizer

  1. Io VERAMENTE resto incredula di fronte a questi genitori INDEGNI e DEFICIENTI.
    Sono INDEGNI perché non hanno il diritto di farsi chiamare GENITORI, al cui termine e’ indissolubilmente associato un comportamento AMOREVOLE e PROTETTIVO.
    Fare inoculare questo liquame non è ne’ AMORE, ne’ tantomeno PROTEZIONE.
    DEFICIENTI perché deficiano delle necessarie capacità cognitive, razionali, intellettive per INFORMARSI ( addirittura sarebbe sufficiente attraverso lo STESSO bugiardino di questi liquami ), e per decidere di NON PROCEDERE NE’ ora NE’ MAI a fare punturare la carne della loro carne !!!!!!!
    Poi piangono su Facebook!!! L’Apoteosi della melma umana !!
    Che SCHIFO .

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.