Arcivescovo: “L’Islam radicale invia i migranti per invadere e destabilizzare l’Europa”

Condividi!

“Le migrazioni, come il terrorismo, non sono soltanto un problema islamico, ha dichiarato, ma vengono utilizzati politicamente e geopoliticamente da chi vuole destabilizzare l’Europa”. Ad affermarlo è Najib Mikhael Moussa, arcivescovo di Mosul dal 2018, il quale si è detto preoccupato per quello che sta avvenendo in Europa e soprattutto in Francia. “La Turchia tiene tutte queste persone sapendo che potrà aprire le porte ogni volta che vuole. Ci sono paesi che vogliono invadere e destabilizzare il sistema politico e di diritti umani dell’Europa in generale”.

No all’accoglienza indiscriminata. “Coloro che non riescono ad adattarsi ai costumi del paese ospite possano essere rimandati indietro nei paesi di origine. E se i loro paesi non li rivogliono indietro, è la prova che sono terroristi. Non vedo altra strada per proteggere le popolazioni europee. Non è l’Europa che ha chiesto a questi estremisti di venire. Potevano andare a vivere nei paesi vicini alle loro convinzioni religiose e ideologiche. Perché vengono in Europa a cercare altri valori se questi valori non gli piacciono? Queste persone vengono per destabilizzare l’Europa”. Lo riporta Tempi.it.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.