Aosta, 20enne colpito da infiammazione al cuore dopo la terza dose: è in terapia intensiva

Condividi su:

AOSTA – Un giovane ventenne valdostano è stato ricoverato con una certa urgenza, una settimana fa circa, ad inizio anno nuovo. Il ragazzo si è presentato al Pronto Soccorso del Parini con febbre e dolore toracico. Dagli accertamenti medici poi è emerso che il giovane è risultato positivo al Covid e in corso di una miopericardite. Il paziente è stato dunque ricoverato in terapia intensiva, sotto sorveglianza sanitaria.

Pare che il ragazzo si fosse sottoposto solo qualche giorno prima alla terza dose di vaccino anticovid con Moderna e nonostante ciò era positivo al Covid-19, nonché affetto da una miopericardite non riscontrabile in precedenza. La quale per inciso è proprio un effetto collaterale che pare presentarsi con frequenza fra i giovani inoculati a cui è stato invece accertato il nesso causa-effetto avverso con la somministrazione. Non resta che augurare una pronta guarigione al giovane ragazzo. Lo riporta oggi Aosta News.

Condividi su:

6 thoughts on “Aosta, 20enne colpito da infiammazione al cuore dopo la terza dose: è in terapia intensiva

  1. quanti casi del genere? QUANTI? Quanti mai scoperti? Quanti le “autopsie” hanno poi detto “morte naturale” o probelam precedente?

  2. Per i giovani è difficile dire… non c’è correlazione… a meno che il magistrato si guardi le unghie.
    Ce ne sono troppi.

  3. Scusatemi ma leggo commenti del tipo : “quando verrà fuori la verità la pagheranno, o di altri che parlano di Norimberga 2”, Perché secondo voi quello che accade ogni giorno non è abbastanza? E in Italia pensate ce pagheranno i colpevoli?

    1. @Noside863 –> CERTAMENTE, pagheranno tutti con la galera. —> Non credo verrà applicata loro la pena di morte.

Rispondi a Giovanbattista Gallo Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.