Ancona, 40enne trovato morto nel letto dagli amici: arresto cardiaco

Condividi su:

ANCONA – Tragedia ad Ancona: Glauco Pedrali, ragazzo di 40 anni è morto nel letto di casa. Sono stati amici e familiari a fare l’amara e tragica scoperta. Glauco è stato trovato senza vita nel suo letto. Accanto aveva il telefonino con cui avrebbe provato a chiedere aiuto quando si è sentito male come riportato da Il Mattino. Dal momento in cui è andato in arresto cardiorespiratorio sarebbero passate 10 ore.

La morte di Glauco resta avvolta dal mistero: sarà l’autopsia a fare chiarezza sulle cause del decesso. Un malore fatale l’ha colto mentre era disteso sul letto. Non rispondeva al telefono da ore, così gli amici hanno deciso di salire a casa dell’operaio anconetano che per un periodo era rimasto disoccupato e in passato aveva lavorato come addetto alle pulizie all’ospedale regionale di Torrette per conto di una cooperativa esterna. Lo ha riportato il Messaggero.

Condividi su:

7 thoughts on “Ancona, 40enne trovato morto nel letto dagli amici: arresto cardiaco

  1. … per adesso, ancora non si ha la certezza dei perché di tutti questi decessi «fulminanti» e quali relazioni potrebbero avere con i sieri che si sono fatti inoculare. Eppure il Nobel Luc Montagnier, l’ultima volta che è venuto a Milano, ha detto in modo molto chiaro, che: tutti gli «INOCULATI» si devono sottoporre alle dovute analisi per gli accertamenti e, fare le apposite cure di disintossicazione dalle sostanze “tossiche” che hanno ricevuto. Che aggiungere di più?.. speriamo bene!

    1. no non c’é la certezza sono casi, ma quale i sieri non li prederei neanche in considerazione lei azzarda alla certezza, da che cosa sono dovuti? lo dica lei, dopo le cose belle che ci hanno trovato dendro, lei ancora ha laffaccia tosta e la testa ipocrita di dire che non abbiamo la certezza, ma vade a cagare e vi si specchi perchè anche lei è una merda.

      1. @mora

        NON CAPISCO COME MAI LEI VOGLIA — IN QUESTO MOMENTO TRISTE PER TUTTI – OFFENDERE MERCEDES CON PAROLE TANTO BASSE e GRATUITE.

        Legga quello che scrive Pfizer sul proprio profilo Twitter —> “Deep vein thrombosis (#DVT), a blood clot in a deep vein, can travel to the lungs, leading to a pulmonary embolism (#PE). Symptoms of PE include difficulty breathing and chest pain. Contact your doctor if experiencing symptoms—this is no time to wait.”

        https://twitter.com/pfizer/status/1493238623633870850

      2. T R A D U Z I O N E

        “La trombosi venosa profonda (#TVP), un coagulo di sangue in una vena profonda, può raggiungere i polmoni, causando un’embolia polmonare (#EP). I sintomi dell’EP includono difficoltà respiratorie e dolore toracico. Contattare il medico se si verificano sintomi: non è il momento di aspettare.”

      3. mora,
        non capisco nemmeno io perchè te la prendi con Mercedes.Ha anche lei dei dubbi, forse si è dovuta vaccinare perchè costretta e stà approfondendo.Capisco la rabbia che abbiamo dentro per la segregazione e discriminazione a cui siamo costretti, ma ricordiamoci sempre di rispettare gli altri se vogliamo essere rispettati.Verso il genere femminile poi, la gentilezza è proprio obbligatoria!

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.