Ammiraglio De Felice: “Lamorgese ha fallito, blocco navale per fermare invasione”

Condividi!

Ammiraglio De Felice: “Quello a cui stiamo assistendo è un clamoroso flop del ministro dell’Interno Lamorgese. L’Italia ancora una volta infatti è lasciata sola dall’Europa. E dal meeting in Portogallo non è arrivata alcuna risposta concreta per ricollocare i migranti che sbarcano sulle nostre coste. Dal 2018 solo 1.273 migranti sono stati trasferiti dall’Italia ad altri Stati, a fronte degli oltre 80 mila sbarcati”. “La strategia italiana di puntare sui ricollocamenti è dunque perdente ed apre ad un’estate ‘calda’ valutando che, se non si cambia metodo, è molto probabile l’arrivo sulle coste siciliane, sarde e salentine di circa 70mila clandestini”. Così il Primato Nazionale.

La strategia che propongo è sempre la stessa: accordi con Tunisia e Libia per un pattugliamento navale e terrestre misto Paese europeo-Paese costiero nelle acque territoriali africane per lottare contro i trafficanti, evitare i morti in mare e continuare a sostenere i rimpatri “spontanei e spintanei” verso i Paesi di origine”. Una soluzione potrebbe essere il blocco navale, dunque. Ma Lamorgese, intervistata da Avvenire, dice che non si può fare, che è “una misura di guerra” e quindi “non si può applicare, poiché contrasta con le disposizioni che vietano il ricorso all’uso della forza nelle relazioni tra Stati”.

“Le cose non stanno così. Per blocco navale non si deve intendere tout court quello previsto dalla Carta dell’Onu, inteso quale atto di difesa degli interessi nazionali nei confronti di un’altra nazione non collaborativa, evidentemente ostile. Ma deve essere inteso ed attuato attraverso un accordo con il governo tunisino che permetta l’attuazione di un sistema di sorveglianza e di un pattugliamento misto europeo-tunisino di forze navali nelle acque territoriali tunisine con mezzi e strumenti messi a disposizione o finanziati dell’Unione europea”.

Condividi!

4 thoughts on “Ammiraglio De Felice: “Lamorgese ha fallito, blocco navale per fermare invasione”

  1. Non so se l’Ammiraglio è in pensione o in servizio. Se è in servizio la prima cosa da fare sarebbe fare smettere la guardia costiera italiana di fare il traghettatore di immigrati, cosa che è indegna della marina militare

    1. Ammiraglio De Felice – ne ultra crepidam sutor- (calzolaio non andare oltre la scarpa) lei si limiti a ottemperare agli ordini, le decisioni per qualsiasi intervento militare spettano alla politica.

  2. Penso che, se ne avesse la facoltà, L ammiraglio De Felice, lo farebbe subito!! Come del resto, TUTTI GLI ITALIANI, O QUASI..

  3. CHI LO DICE CHE NON SI PUO’ FARE IL BLOCCO NAVALE .CON IL BLOCCO NAVALE FINIREBBE IL BUSINESS DELL’ IMMIGRAZIONE.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: